Compra in sicurezza pagando con paypal, carta di credito, bonifico bancario o in contrassegno

Sylvester Stallone

Sylvester Gardenzio Stallone è un attore, regista e produttore cinematografico statunitense.

Nato nel 1946 a Hell’s kitchen, un quartiere di New York, è chiamato Sylvester in onore del nonno, un immigrato italiano originario della provincia di Bari. Trascorre un’adolescenza problematica, sia a causa di alcuni problemi di salute che dell’alcolismo della madre, la quale abbandona la famiglia lasciando i figli ai rigidi insegnamenti del padre, che si trasferisce nel Maryland.

A 15 anni si trasferisce dalla madre a Filadelfia dove si allena nella palestra da lei gestita e dove inizia a praticare il football e la scherma. Ben presto arriva la borsa di studio per meriti sportivi che lo porta a diplomarsi all’American college in Svizzera. E’ in questo periodo che si avvicina al mondo della recitazione, cominciando a recitare per la compagnia teatrale scolastica.

Torna poi in America dove si iscrive al corso di arte drammatica presso l’università di Miami, ma poco dopo abbandona gli studi e fa ritorno a New York. La laurea in recitazione arriverà nel 1999, quando l’università di Miami decide di conferirgli una laurea honoris causa per la sua brillante carriera cinematografica.

Dal suo ritorno a New York nel 1969, comincia a recitare in piccole produzioni e a scrivere delle sceneggiature sotto pseudonimo. La sua prima vera parte cinematografica risale al 1970, quando viene scelto come protagonista per Rebel- fuga senza scampo.

Nel 1974 si trasferisce a Los Angeles dove ottiene piccole parti in varie produzioni cinematografiche come in Quella sporca ultima notte(1975), dove interpreta la guardia del corpo di Al Capone, o in anno 2000: la corsa della morte (1975). Lo stesso anno del trasferimento a Los Angeles sposa Sasha Czack, dalla quale avrà due figli: Sage e Seth.

Il 1976 è l’anno in cui inciderà la sua impronta nella storia del cinema: in questo anno esce infatti Rocky, che lo consacra deifnitvamente a star indiscussa del cinema mondiale. Nel 1978 segue a ruota il secondo capitolo della saga, realizzato con un budget ridotto ma non meno apprezzato del primo.

Nel 1979 debutta alla regia con Taverna paradiso, film tratto dall’omonimo romanzo scritto da Stallone stesso. Nel 1980 recita nel poliziesco I falchi della notte, per dedicarsi poi a Rocky III nel 1982. Sempre nello stesso anno esce un altro dei capolavori di Stallone, Rambo, che permette all’attore di distaccarsi dal ruolo del pugile per interpretare quello altrettanto iconico di un soldato veterano della guerra del Vietnam.

Nel 1983 ritorna dietro al macchina da presa dirigendo John Travolta in Staying Alive, sequel del film cult La febbre del sabato sera. Nel 1985 torna nel ruolo dell’acclamato pugile in Rocky IV che ancora una volta è campione d’incassi al botteghino; segue, poco tempo dopo, il seguito di Rambo, che segna l’ennesimo successo per Stallone. Nello stesso anno sposa l’attrice danese Brigitte Nielsen.

Nel 1986 recita nel film d’azione poliziesco Cobra, e due anni dopo è di nuovo nelle sale con Rambo III che per la prima volta non raccoglie i consensi della critica. Accantonando per un periodo il ruolo di Rambo, gira nel 1989 il thriller drammatico Sorvegliato speciale a fianco di Donald Sutherland.

Gli anni ‘90 segnano il ritorno di Rocky, arrivato ormai al quinto capitolo. Forse desideroso di un cambio di direzione, inizia a recitare in alcune commedie frizzanti come Oscar-un fidanzato per due figlie (1991) e Fermati o mamma spara (1992). La pausa dagli action film dura però un battito di ciglia: nel 1993 torna in Cliffhanger- l’ultima sfida che riscuote un discreto successo oltre a tre nomination agli Oscar. Sempre nello stesso anno esce Demolition Man, film d’azione fantascientifico.

Gli anni Novanta si concludono con ritrono alle origini a generi thriller-polizieschi come in Cop Land (1997) dove recita accanto a Robert De Niro. Nello stesso anno sposa la sua terza e attuale moglie Jennifer Flavin, conosciuta seul set di Rocky V e dalla quale avrà tre figlie.

Gli anni 2000 continuano a confermare il successo senza freni di Stallone: è la volta di La Vendetta di Carter, a fianco di Michael Caine, Driven(2001), ambientato nel mondo delle corse, e D-Tox (2001), thriller in cui interpreta un agente dell’FBI.

A questo punto sembra che in molti ritengano che Stallone abbia dato tutto all’industria del cinema. Non è però quello che pensa l’attore che decide invece di scommettere sui personaggi che lo hanno reso immortale: Così nel 2006 è alla regia di Rocky Balboa, mentre nel 2008 esce l’ultimo capitolo della saga di John Rambo. E sono entrambi un successo.

Ha inizio cosi’ una seconda rinascita che lo vede impegnato in nuovi progetti che sembra abbiano conquistato il pubblico. E’ il caso della trilogia I Mercenari (2009), dove è affiancato dagli amici di sempre Arnold Schwarznegger e Bruce Willis. Nel 2012 affronta la perdita prematura del primogenito Sage Stallone, morto a seguito di un attacco cardiaco naturale.

Nel 2013 é protagonista con Robert De Niro de Il grande match, nel quale interpretano due pugili che hanno un conto in sospeso. Sempre nello stesso anno esce Creed- nato per combattere, spin-off della saga di Rocky che vale a Stallone una candidatura al premio Oscar come miglior attore non protagonista. Prossimamente lo vederemo nel sequel firmato Marvel, Guardiani della Galassia.

 

Sylvester Stallone FILM

Product successfully added to the product comparison!