Compra in sicurezza pagando con paypal, carta di credito, bonifico bancario o in contrassegno

Hancock (Extended Cut) (2 Dvd)

Regia: Peter Berg

Sony Pictures

5,99 € IVA inclusa

Consegna in 3-5 giorni
Ordinalo ora per riceverlo tra il 01/06/2024 e il 03/06/2024

Trama Hancock (Extended Cut) (2 Dvd)

Hancock è un supereroe che sta attraversando una crisi esistenziale si è lasciato andare alle lusinghe dell'alcool, dorme nelle panchine, insomma, è ridotto come uno straccio ed ogni volta che cerca di evitare qualche tragedia ne provoca una lui. Per recuperare la sua immagine e il credito nei confronti dell'opinione pubblica, decide di rivolgersi ad un consulente d'immagine, ma finirà per innamorarsi della moglie di quest'ultimo.
Colore Colori
Distribuzione Universal Pictures
Formato Dvd
Lingue Francese,Inglese,Italiano
Titolo originale Hancock
Vietato ai minori Per tutti
3d No
Numero Supporti 2
Anno di produzione 2008
Nazione USA
Formato video Wide Screen
Durata 98
Formato audio Dolby Digital 5.1

Clicca qui per accedere e lasciare la tua recensione

Valutazione 

HANCOCK (EXTENDED CUT) (2 DVD) - DVD

Arrivato dall'America con un coro unanime di stroncature a precederlo, Hancock è un film che mantiene quello che promette: un'ora e mezza o poco più di intrattenimento leggero e anche meno scontato di quanto ci si aspettasse. Ora: che si aspettavano di vedere i critici? Quarto Potere? C'è humor, azione, belle prove d'attori e un colpo di scena decisamente riuscito, anche se alcuni recensori, cosa veramente idiota e condannabile, devono suggerirlo a tutti i costi - come uno dei vostri due articolisti, tra l'altro. Detto questo non è che ci si possano trovare chissà quali significati o messaggi. Ci si diverte quanto basta e ce lo si dimentica. Messo vicino a cose come Jumper non è poco.

Valutazione 

HANCOCK (EXTENDED CUT) (2 DVD) - DVD

Scrivi la tua recensione... John Hancock è un homeless che vive a Los Angeles,senza un tetto sulla testa,rozzo,sporco e perennemente ubriaco. E' un supereroe,uomo in carne ed ossa,ma dotato di poteri straordinari,che,tuttavia,non gestisce come ci si aspetterebbe debbano fare quelli come lui. Per cui è inadeguato e maldestro,irascibile e scontroso,malvisto dai cittadini,che apostrofa senza alcuna remora e,peraltro abbondantemente contraccambiato. I suoi interventi sono tardivi e perlopiù dannosi alle strutture della città,che regolarmente danneggia. Un giorno,Hancock salva la vita di Ray Embray,(Jason Bateman),agiato dirigente,che si impegna a rimettere in sesto il suo salvatore,riabilitandolo agli occhi della cittadinanza ed offrendogli il ricupero di una certa dignità. A casa Embrey,John conosce la bella moglie di Ray,Mary,(Charlize Theron),solo in apparenza semplice coniuge e mamma affettuosa in una famiglia ordinaria,ma in realtà anch'ella dotata di superpoteri. L'incontro tra i due,darà struttura ad una serie di eventi di sapore goldoniano. John Hancock è un vero e proprio clochard,con i tratti che accomunano le persone che vivono ai margini della società e conducono un'esistenza disallineata con le regole comportamentali che consentirebbero la loro posizione nella scacchiera sociale sempre meno disponibile ad accettare tolleranze in una sopravvivenza allargata ad accomunare ricchi e dimenticati. Malvisto,messo al bando e tacciato di megalomania ed egoismo,Hancock si rifugia nell'antitesi tra la miseria umana ed i poteri di cui è stato conferito nel suo trascorso senza storia. E' irruente,trasgessivo,a volte arrogante,ma lo si intuisce subito nella sua trasparente purezza. Non accondiscende a mezze misure ed appare esasperatamente umano nelle sue azioni di natura goffamente supereroica. Hancock non prende vita dalle pagine dei comic books,ma ne richiama i valori e le caratteristiche. Non racconta la storia che lo ha portato ad essere quello che è,come Batman,vittima da bambino di una violenza perpetrata da una società guasta e malevole,o Superman,trovatosi a condividere il destino di una razza interplanetaria. O Hulk,preda di uno sconvolgimento organico derivante dalla divorante sete di una conoscenza eticamente non legittimata. O,ancora,l'Uomo Ragno,frustrato giustiziere che,nella natura animale trova riscontro e rivincita per la sua tristezza esistenziale. La realtà contestuale nella quale queste figure sono inserite,viene snaturata da una inversione della loro indole naturale. Spiderman diventa l'anti sè stesso in Venom,che si appaga di tutto ciò che è contrario al beneficio dell' l'individuo. Batman sprofonda nel Cavaliere Oscuro e rischia di perdere la sua figura di custode della città,scivolando nell'abisso dello smarrimento. Chi ama Frank Miller,(300),ha già avuto modo di leggere i tratti di un superhero stanco e demotivato,ormai nel ruolo di uomo nel giogo delle emozioni a volte avvilenti e soggetto a tristezza ed angosciante malinconia,nella splendida comic novel "Batman - il ritorno del cavaliere oscuro",("The Dark Knight Returns"),ove un uomo invecchiato ed insicuro vacilla di fronte alle responsabilità che gravano sulle spalle curvate da troppa dolorosa fatica. Hancock non ricorda perchè porta in sè questi doni che pesano sul suo animo e lo trascinano in un rifiuto ed una rinuncia di natura straordinariamente umana,quasi adolesenziale,di fronte ad una coatta presa di coscienza. In un bizzarro collage di farsa e fantasia,il film,con uno stile che rivisita Frank Capra,sembra evocare il bisogno di pace e sicurezza,che un'epoca ed un popolo reclamano,in un clima di crisi ed avversità,cui va opposta freschezza e sdrammatizzante disimpegno. Hancock è imperfetto e tuttavia ideale ad interpolare il dramma di una minaccia con l'agile distensione grottesca di un supereroe fuori da ogni schema preconfezionato. Dopo un lungo iter di considerazioni tecniche e valutazioni commerciali,"Hancock" passa alla regia di Peter Berg,("The Kingdom"),in una coproduzione di Michael Mann e Will Smith. La sceneggiatura originale ,("Tonight,He Comes"), di Vincent Ngo,riveduta da Vincent Gilligan e John August,portava alla memoria del regista eco troppo insistenti di "Via da Las Vegas",rischiando di far apparire la pellicola "uno studio troppo veritiero di un supereroe alcolizzato e suicida". La conseguente modifica allo script, è frutto di una intenzione di ravvivare la vicenda ed accenderla di una luce più lieta. Will Smith,dopo aver cercato la felicità insieme al figliolo con la guida di Muccino,diventa un depresso supereroe,"non come la media dei superheroes - dice Smith. "Ogni giorno si sveglia e non conserva il ricordo di perchè porta in sè quella realtà e non trova nessuno che glielo spieghi". Ray Embrey,"vede la vita con occhialini dalle lenti rosate e non capisce perchè le persone non riescano a vedere gli aspetti positivi di Hancock". Charlize Theron,(Mary Embrey),vive consciamente la sua decisione di inserirsi nel tessuto suburbano e di essere moglie e mamma perfetta. Ma sa anche che "quando la gente opta per questa scelta,è perchè nasconde qualcosa che la terrorizza.E questo è anche il suo caso". "Sa chi è e di che cosa è capace ed è altamente impegnativo - continua l'attrice - dare corpo ad una simile complessità di situazioni". Con la complicità di una CGI ridotta,a dire di Berg,allo stretto necessario,per non impoverire il controllo della regia,la pellicola affronta un tema attuale,colorato nei toni di un divertissement allegorico,in un palcoscenico animato da figure che di frequente vengono chiamate dalle pagine dei comic books al grande schermo,per raccontare storie drammatiche velate da un'anima che respira avventura e azione,mescolando sentimenti ed emozioni protesi a catturare ogni fascia di pubblico. Dario Carta

Scrivi una recensione

Hancock (Extended Cut) (2 Dvd)

Hancock (Extended Cut) (2 Dvd)

PayPal

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

30 prodotti della stessa categoria

Product successfully added to the product comparison!