Compra in sicurezza pagando con paypal, carta di credito, bonifico bancario o in contrassegno

Io Speriamo Che Me La Cavo

CG

11,25 € IVA inclusa

Consegna in 3-5 giorni
Ordinalo ora per riceverlo tra il 24/01/2022 e il 26/01/2022

Trama Io Speriamo Che Me La Cavo

Trasferito a Corzano, in provincia di Napoli, solo per l'errore del Provveditorato agli Studi, il maestro Marco Tullio Sperelli è stato destinato ad una terza elementare. Lui, ligure, bravo ed onest'uomo, si trova subito in una situazione pressoché disastrosa. Non più di tre allievi in classe: il quarto deve andare a cercarselo a domicilio, gli altri (in tutto sono una ventina) li recupera qua e là, quasi sempre in strada. Nella classe (mista) ci sono bambini furbi, per lo più allegri, una bambina, Rosinella, che fa la tenera con il maestro, Vincenzino, intelligente e svelto, nonchè Raffaele, il più grande, già implicato a far da messaggero per la camorra locale. Per questo Sperelli, malgrado la propria mitezza, dà un ceffone a Raffaele il quale giura vendetta. Ma quel gesto violento propizia definitivamente al maestro il massimo rispetto di tutti i ragazzi. D'altra parte lui si preoccupa di tutti i suoi allievi, anche se ha già chiesto un altro trasferimento, poichè con quei ragazzi ed il loro ambiente pensa che non ce la farà mai. La madre di Raffaele, dopo avergli chiesto aiuto nel seguire il ragazzo perchè il marito non può occuparsi della sfortunata famiglia, quando una sera sta male accetta l'intervento di Sperelli che porta la donna all'ospedale e, con un altro gesto per lui insolito, s'impone al personale per ottenere un'immediata sistemazione della donna. Proprio mentre Raffaele sembra aver cambiato comportamento e pericolose amicizie e mentre ormai i ragazzi gli si sono affezionati, ecco che Sperelli riceve la comunicazione del suo trasferimento al Nord. Tutta la classe, con la direttrice e i padroni di casa (un pò bizzarri, ma con lui sempre delicati e premurosi) è alla stazione a salutare il maestro che se ne va per sempre. E Sperelli, che giorno dopo giorno si è lasciato addolcire e incantare da un clima e da un calore umano senza paragoni possibili, legge commosso in treno il tema su di una parabola evangelica che Raffaele gli ha consegnato all'ultimo minuto. Il tema (a scelta e il ragazzo ha scelto quello sulla fine dei mondo) è bellissimo, la descrizione adeguatamente drammatica e sorridendo alla speranza, il piccolo napoletano conclude fiducioso: io speriamo che me la cavo.

Colore Colori
Distribuzione CG Entertainment
Formato Dvd
Lingue Italiano
Titolo originale Io Speriamo Che Me La Cavo
Vietato ai minori Per tutti
3d No
Numero Supporti 1
Anno di produzione 1992
Nazione ITA
Formato video Wide Screen
Durata 95
Formato audio Dolby Digital Stereo

Clicca qui per accedere e lasciare la tua recensione

Valutazione 

IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO - DVD

Penso che sia un film bellissimo e che Paolo Villaggio faccia una grande prova d'attore. I bambini napoletani, poi, sono incantevoli nel loro modo di parlare e nei loro sguardi. Certo si tratta di un argomento molto duro e che provoca anche oltre a rabbia, tristezza e impotenza. Ma il modo in cui viene trattato lascia sempre un po' di speranza, soprattutto bisogna insistere sulla scuola perchè è il modo migliore per aiutare le nuove generazioni a cambiare il mondo. Ma anche questo film come altri nulla ha insegnato a chi ci governa infatti la riforma scolastica Gelmini adesso in attuazione è un altro esempio di quando si dia poca importanza alla scuola, e di quanto situazioni come quella rappresentata in questo film continueranno ad essere....

Scrivi una recensione

Io Speriamo Che Me La Cavo

Io Speriamo Che Me La Cavo

PayPal

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

30 prodotti della stessa categoria

Product successfully added to the product comparison!